La nostra filosofia

 

 

Essere proprietari di casa è da sempre in cima ai desideri di noi Italiani.
Mentre la prima casa, oltre ad essere chiaramente un investimento significativo, assolve al desiderio di sicurezza e stabilità, le seconde case sono più propriamente una scelta consapevole di investimento, in quanto "tecnicamente" meno necessarie, e come tali quindi vanno trattate ed analizzate.

Ma quanta cura necessita questo investimento?
Qual è la sua redditività effettiva?

Cosa possiamo fare per aumentarla a prescindere dall'aspettativa di apprezzamento del valore dell'immobile nel tempo, soggetto al ciclo economico? Tale proprietà è gestita ottimizzandone i costi? Vi è spazio per migliorare anche la gestione amministrativa del contesto in cui si colloca? Molto spesso immobili di per sè appetibili non vengono locati a causa di spese condominiali/di gestione esageratamente alte.

Se spesso ci si lamenta dell'opacità degli investimenti finanziari, ciò non di meno è vero per quelli immobiliari.
Il nostro obiettivo è accompagnare i nostri clienti nel lungo processo di valutazione delle proprie unità abitative e stabilire con loro quali siano gli obiettivi che consciamente o inconsciamente (ed in tal caso il nostro compito è aiutare loro ad esplicitarli) si prefiggono da tali investimenti. Per fare ciò è necessario valutare i costi associati al mantenimento del bene, le tasse a cui sono soggetti e le opportunità normative a disposizione per la loro valorizzazione, gli investimenti necessari affinché il bene si apprezzi e non si deprezzi nel tempo, i rischi associati alla selezione dei possibili affittuari ed il regime di dichiarazione più consono alle esigenze di ciascuno di loro. Questi e molti altri servizi sono quanto noi siamo pronti ad offrire sia in termini di gestione dei singoli affitti che in termini di amministrazione condominiale, nell'ambito di un rapporto professionale altamente qualificato, dove nulla è lasciato al caso ed ogni scelta è fatta in relazione al contesto piu' ampio in cui si va ad inserire.

Un immobile lasciato a se stesso invecchierà con noi senza che nemmeno che ce accorgiamo: lentamente e progressivamente la domanda di locazione proverrà da inquilini sempre meno esigenti e gradualmente meno affidabili. Se vogliamo che il nostro investimento renda davvero e in modo costante nel tempo, magari con obiettivi anche transgenerazionali (per i figli, i nipoti, ecc.) dobbiamo prendercene cura a prescindere dalle sue oscillazioni di mercato (poco osservabili nel tempo a differenza degli investimenti finanziari in senso stretto), occorre curarlo e al pari di un figlio offrirgli le opportunità migliori di valorizzazione tali da restituire a noi soddisfazione e redditività.